Perché lui si sente più a suo agio in abiti femminili?

Travestitismo - Perché lui si sente più a suo agio in abiti femminili?Domanda

Salve,ho 46 anni e sono sposata da 15 anni.

Mio marito è al suo secondo matrimonio durato 17 anni, di cui dice che non aveva nulla in comune con l’altra persona, di vivere assieme come due semplici amici. Nel nostro caso invece ci vogliamo molto bene e condividiamo sia le piccole che le grandi cose assieme.

Le scrivo perché ogni anno nel periodo dell’estate subentra un problema in mio marito che mi lascia attonita. Cioè sente un desiderio incontrollato di girare per casa completamente nudo e lui dice che è perché fa molto caldo. Ma non solo, si depila tutto il corpo, non le parti intime. Usa le creme che di solito usiamo noi donne per dimagrire, togliere le rughe, profumo, e cura molto la sua persona, cosa che di solito gli ha sempre dato fastidio. Inoltre mi ha mostrato addosso a lui quanto ama e prova il desiderio di mettersi in lingerie femminile e scarpe con tacco a spillo e di sentirsi più a suo agio in questi abiti femminili che in quelli maschili.

Sotto questo aspetto vuole andare a parlare con un sessuologo. Anche se lui è stato molto sincero con me, io sono molto preoccupata e triste che la nostra storia così bella possa finire all’improvviso.

Lei cosa crede possa essere dovuto tutto questo modo di fare di mio marito?


Risposta

Gentile lettrice, il comportamento che descrive è complesso e difficile da spiegare in modo univoco. Se la situazione vi crea disagio, parlarne in modo più approfondito con un sessuologo è un’ottima idea.
Provo a mettere a fuoco alcuni aspetti del discorso che, probabilmente, saranno oggetto di approfondimento durante i colloqui con il sessuologo a cui vi rivolgerete.

Una questione accennata nella sua domanda, ma non approfondita, è il motivo per cui questo desiderio emerge solo d’estate. È possibile che il perché di questa ricorrenza vada cercato in aspetti del vostro quotidiano. Forse dipende dal luogo in cui vivete, dalle persone che frequentate o da altre questioni contestuali.

Nello specifico, trovo sia importante spendere alcune parole per spiegare meglio il tema del travestitismo. Infatti il comportamento di suo marito è possibile che sia ascrivibile a questo tema e, di per sé, non conoscere certi argomenti può renderli più spaventosi di quanto non siano. Il travestitismo non è necessariamente un ostacolo a una relazione di coppia piacevole e duratura. Non ho la pretesa di spiegare in modo esaustivo il travestitismo, perché è un argomento troppo ampio. Cercherò di fornirle alcuni spunti di riflessione generali.

Differenza tra travestirsi e vestirsi

Il travestitismo è la pratica del vestirsi con abiti volutamente riconoscibili come del sesso opposto. Travestirsi con abiti del sesso opposto può essere dovuto a molte ragioni. A volte travestirsi sottende motivazioni di carattere sessuale, mentre in altri casi è spiegato da aspetti di personalità indipendenti dal tema della sessualità. In certi casi, vestirsi non è travestirsi.

Per essere chiari, una donna che indossa giacca e cravatta può essere spinta da un desiderio di eleganza o da un desiderio di vestirsi in modo maschile. A seconda della sua intenzione, è travestita, oppure no. Questo discorso è vero per entrambi i generi, ma culturalmente è difficile da vedere in modo equivalente.
Usare un esempio femminile è comodo, perché la rivoluzione sessuale ha ridotto i limiti del vestire femminile senza fare altrettanto per il genere maschile. Quando le donne hanno iniziato a scegliere liberamente se indossare gonna o pantaloni, lo stesso non è accaduto nel mondo maschile. Nonostante questo, un uomo che indossa una gonna, un pareo, un top, della lingerie o una scarpa con il tacco, può farlo per molte ragioni. A volte lo fa per travestirsi, altre volte lo fa per vestirsi. Anni fa era difficile vedere uomini indossare gioielli sul volto, mentre oggi orecchini e piercing sono molto diffusi.

Quindi è importante comprendere il significato dei comportamenti di suo marito. È possibile che il suo sia travestirsi, o, invece, che si tratti di vestirsi. A seconda dell’alternativa, cambia completamente il senso del suo comportamento.

Il travestitismo e la transessualità, due argomenti spesso confusi

Come detto precedentemente, travestirsi può essere dovuto a motivi di carattere sessuale o di personalità. Generalmente le ragioni legate alla personalità contengono anche contenuti di carattere sessuale, ma non è necessario. Data questa doverosa premessa, travestirsi di solito trova un senso in tematiche sessuali.

Quando è così, è altrettanto importante approfondire quali aspetti sessuali siano coinvolti.
Infatti capita spesso che pensando al tema sessuale, molte persone confondano due argomenti dal comportamento a tratti simile, ma dalla struttura molto diversa: il travestitismo e la transessualità. Quello di vestirsi con vestiti tipici del sesso opposto al proprio sesso biologico è un comportamento che può essere messo in pratica da persone transessuali, ma in quel caso non è più travestirsi. La persona transessuale con corpo maschile e identità femminile che si veste in modo femminile non sta indossando abiti del sesso opposto, ma piuttosto indossa gli abiti che rispecchiano al meglio quello che sente essere il proprio genere. Diversamente, la persona che si traveste non lo fa per rispecchiare un genere diverso, ma per altre ragioni. Un uomo che si traveste in modo femminile rimane un uomo, ma acquista alcune caratteristiche che ritiene di non poter esprimere nei panni quotidiani.

Quindi per il benessere di suo marito può essere importante distinguere tra questi due temi. Entrambe le alternative sono compatibili con una relazione di coppia soddisfacente, ma il tema dell’identità di genere potrebbe aprire a questioni più complesse.

Perché ci si traveste?

Le persone si travestono per molte ragioni. È impossibile riassumere tutti i motivi specifici per cui le persone possono travestirsi. Però è possibile offrire una spiegazione generale di ampio respiro.
Quando le persone si travestono, spesso sentono il bisogno di costruirsi un contesto permissivo. Un contesto permissivo è un contesto in cui le regole cambiano significato. Quello che di solito è proibito diventa lecito, e quello che di solito comporta delle punizioni può essere persino premiato. Uscendo dal tema sessuale, un buon esempio di contesto permissivo è il palcoscenico. Durante uno spettacolo può capitare che gli attori ricevano applausi per comportamenti che in altri contesti risulterebbero sgraditi. Lo stesso accade durante i concerti o le sfilate.

Travestirsi crea un contesto permissivo. Quando una persona indossa vestiti che ritiene di un genere diverso dal proprio, generalmente non desidera acquisire quel genere, ma desidera acquisire una caratteristica che quell’abito gli consente. Può trattarsi di libertà, autorevolezza, bellezza, potere, spensieratezza, affettuosità, giocosità, piacevolezza o altro. Nella sua domanda lei scrive che suo marito esibisce il suo corpo nudo, lo cura con attenzione, indossa biancheria seducente e scarpe con il tacco. È possibile che per suo marito la bellezza, il piacere e il ricevere affetto e attenzioni siano qualità che ha difficoltà a riconoscere come un proprio diritto?

La nostra storia potrebbe finire?

Tutte le storie potrebbero finire, ma da quanto scrive il vostro è un matrimonio felice. Vi volete bene, condividete molto e parlate delle vostre difficoltà. Date queste premesse, non mi sembra che la vostra storia debba necessariamente finire, anzi. Rivolgervi a uno studio di sessuologia è un ottimo modo per capire meglio quello che sta succedendo e trovare un buon modo per coltivare il vostro benessere sessuale.

Spero di esserle stato di aiuto, non esiti a scrivermi per ulteriori dubbi.

Cordiali saluti.

Dr. Valerio Celletti

studio di psicoterapia e sessuologia

Contatta il sessuologo

Leggi anche:

Travestitismo - Perché lui si sente più a suo agio in abiti femminili?
Verginità in età adulta di Aliana Grace Bailey
I sei mesi cui ha avuto rapporti (con un altro) le ha cambiato le dimensioni del canale vaginale
come mai sono così
disfunzione erettile provocata dal diabete
dirmi la spiacevole verità
cialis
normalità e anormalità nella sessualità, l'importanza di essere a favore di una certa anormalità per tutelarsi dalla vergogna nella sessualità
Questi pensieri non dovrebbero appartenere alla mia vita
Ogni volta che sono triste mi masturbo - pink fingers
sono condannato a vivere con questo fantasma
Sono sempre in calore, e una cosa normale
Cos’è l’orientamento sessuale? Cosa lo determina? Ma, soprattutto, cosa non è l’orientamento sessuale
Ha detto di non sentirsela piu di avere un rapporto fisico, cosa posso fare
medico di famiglia
È possibile che la paura dell’impegno lo abbia bloccato sessualmente?
il benessere sessuale delle persone con disabilità . Assistenza sessuale e consigli per i genitori
Il mio dolore è psicologico
Articolo sul ciclo di risposta sessuale
ansia da prestazione
Nel 1800 non si poteva parlare del gusto degli orientamenti sessuali
Immagine di passi sulla sabbia che rappresentano che La mia testa e rimasta ferma a quell'episodio. L'ansia e l'erezione
Immagine di Questo blocco puo essere risolto solo da un sessuologo
immagine sui diritti sessuali
Immagine di ho scoperto che frequenta siti di incontri
immagine sul benessere sessuale
Immagine di il sessuologo risponde 01 Farle tornare la passione di una volta